Osservazione: annotazioni

L’osservazione è utilizzata per esaminare i comportamenti degli utenti nel loro ambiente per scoprire dettagli ed evidenze sul contesto impossibili da cogliere con altri metodi di ricerca.
Possono avere un diverso grado di interazione tra i partecipanti e il ricercatore: da nullo come lo shadowing all’immersione totale divenendo parte del gruppo osservato.

Per questa attività è fondamentale preparare una struttura in cui annotare in modo sintetico tutte le informazioni rilevanti nel momento in cui si osservano, anche se si è deciso di scattare fotografie o fare dei video.

A cosa serve

È un metodo di ricerca che consente di andare oltre quello che le persone dicono difare per riuscire a scoprire quello che realmente fanno.
Gli appunti servono a catturare le osservazioni in tempo reale mentre avvengono evitando di fare affidamento sulla memoria. Inoltre, con le annotazioni dell’osservazione di più utenti è possibile notare similarità o differenze. Le annotazioni sono molto utili anche per effettuare un rapido debrief al termine di una sessione di osservazione ed eventualmente modificare quella successiva.


Quando si utilizza

L’osservazione consente di verificare come le circostanze ambientali influenzano le azioni dell’utente.
Avere uno schema per gli appunti consente di avere una traccia degli elementi principali su cui focalizzarsi evitando di perdersi nella raccolta di una miriade di informazioni.

Scarica lo strumento

Nel file .pdf sono incluse la descrizione, istruzioni dettagliate per utilizzare al meglio lo strumento e lo schema vuoto pronto da stampare e utilizzare.


Osservazione: annotazioni (.pdf)

Tutti gli strumenti sono completamente GRATUITI.
Ma mi piacerebbe rimanessimo in contatto.

Ti scriverò solo quando ci sarà qualcosa di importante da segnalarti, niente spam promesso.



Iscrivendoti accetti di ricevere comunicazioni via email da Debora Bottà. Potrai eliminare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sull'apposito link presente nelle mail.